28 March 2017
    chagall

    La luce di Serena

    La luce di Serena è stato modificato: 2015-03-01 di Noria Nalli

    Un nuovo ritratto, dalla penna di Noria Nalli a questa rubrica, “La stampella di Cenerentola”.
    Questa rubrica è «un esercizio affascinante, anche se duro, un viaggio alla scoperta del senso profondo. Noria sceglie di volta in volta una persona, una situazione, un incontro, una relazione diseguale all’interno dell’esperienza del ricovero, della riabilitazione o del contatto con l’esterno. Scopre la propria capacità di raccontare, di condividere e di emozionarsi, di fissare in un veloce ritratto situazioni minime, che altrimenti sarebbero destinate a sfiorire in un angolo della memoria» (Franco Bomprezzi).

    «Sei una ragazza misteriosa e triste, come me».  Eugenio aveva visto il giorno prima Serena uscire dal reparto, e ne era rimasto colpito. Carnagione chiara, capelli scuri e due occhi verdi e sconsolati, la ragazza aveva un grave problema di epilessia, che le aveva tolto da tempo il sorriso. Eugenio soffriva dello stesso male, ma lo affrontava con determinazione. Lo aiutava anche un carattere sognatore e romantico.

    Serena gli era sembrata una magica apparizione, la donna mandata dal destino. Come un adolescente le scrisse un biglletto dolce e appassionato. «La tua persona, nonostante la sofferenza, emana una luce che mi ha conquistato ed insieme sconfiggeremo la malattia». Serena sorrise nel leggerlo. Non scoccò la scintilla che Eugenio aveva sperato, ma il suo romanticismo inaspettato fu terapeutico. I due giovani divennero amici e Serena cominciò a percepire l’effetto benefico della luce, che il ragazzo aveva visto in lei.

    In copertina: particolare del dipinto “La Mariée” di Marc Chagall
    Print Friendly
    Noria Nalli

    Nata nel 1965 nell'antico borgo fortificato di Montagnana, laureata in filosofia, ha due figlie. Collabora con La Stampa e il mensile Vita non profit, per il cui portale cura il blog http://blog.vita.it/sclerotica. Ha una trasmissione su Radioflash. Per la Omega edizioni di Torino, quest'anno ha pubblicato il libro La stampella di Cenerentola.

    Seguici su Facebook

    Resta aggiornato su Twitter