15 December 2017
    noria_nalli_africa

    L’abbraccio dell’Africa

    L’abbraccio dell’Africa è stato modificato: 2015-04-06 di Noria Nalli

    Un abbraccio forte e determinato che arriva da uno sconosciuto, da un altro continente, da un’altra vita.

    Questa rubrica è «un esercizio affascinante, anche se duro, un viaggio alla scoperta del senso profondo. Noria sceglie di volta in volta una persona, una situazione, un incontro, una relazione diseguale all’interno dell’esperienza del ricovero, della riabilitazione o del contatto con l’esterno. Scopre la propria capacità di raccontare, di condividere e di emozionarsi, di fissare in un veloce ritratto situazioni minime, che altrimenti sarebbero destinate a sfiorire in un angolo della memoria» (Franco Bomprezzi).

    Ero di nuovo caduta. Si era ripetuta quella strana esperienza di sospensione dalla realtà. Avevo fatto un movimento sbagliato, perdendo la concentrazione, e le mie gambe avevano perso stabilità. Insomma mi ero ritrovata seduta a terra come una bambina, vicino all’ultimo gradino dell’androne. Agitata ed irrigidita non avevo trovato subito la posizione giusta per tirarmi su. Non riuscivo a rialzarmi neanche con l’aiuto di mio marito.

    Ogni tentativo che andava a vuoto, mi rendeva sempre più nervosa. Stavo per crollare. Mio marito chiese aiuto ad un signore di passaggio, che gentilmente tentò, ma senza successo. In quel momento arrivò il giovane inquilino nigeriano del pianterreno. Sorridendo si avvicinò a me dandomi il braccio. Mi rilassai e lui riuscì ad alzarmi, non ricordo bene come, ma venni sollevata con una presa gentile e determinata. Fu come un sogno, un istante in cui mi parve di sentire la mano di un intero continente, conobbi l’abbraccio dell’Africa.

    Print Friendly
    Noria Nalli

    Nata nel 1965 nell'antico borgo fortificato di Montagnana, laureata in filosofia, ha due figlie. Collabora con La Stampa e il mensile Vita non profit, per il cui portale cura il blog http://blog.vita.it/sclerotica. Ha una trasmissione su Radioflash. Per la Omega edizioni di Torino, quest'anno ha pubblicato il libro La stampella di Cenerentola.

    Seguici su Facebook

    Resta aggiornato su Twitter