28 March 2017
    editoriale1

    Nasce un laboratorio di informazione

    Nasce un laboratorio di informazione è stato modificato: 2014-09-30 di Paolo Morelli

    editoriale1

    Si dirà che in questo periodo, così segnato dalla crisi economica, avviare una nuova impresa giornalistica sia una follia. Forse è così, ma rischiare per cercare di costruire è doveroso per provare a migliorare le cose. Per questo, con un gruppo di giovani professionisti del giornalismo e del fotogiornalismo, abbiamo dato vita a Eikòn, l’associazione che c’è dietro queste pagine e che le tiene in piedi, che le riempie e le diffonde.

    The Last Reporter è il nostro modo per raccontare un Paese – e un mondo – che non si arrende.

    Sceglieremo pochi argomenti da trattare ma lo faremo al meglio delle nostre possibilità, cercheremo storie in grado di mostrare uno o più aspetti di un fenomeno più ampio. La nostra attenzione sarà rivolta alle realtà locali ma inserite in un flusso di vita globale, come è nella realtà delle cose.

    In queste pagine troverete reportage, cronache e un ricco spazio dedicato agli esteri, che teniamo in costante considerazione, anche quando parliamo di ciò che accade a due passi da noi. Troverete storie di sport, nelle quali daremo spazio a chi, normalmente, di spazio ne ha poco. Troverete la cultura: un laboratorio di recensioni che non saranno riassunti di trame e quarte di copertina, ma avranno l’intento di collegare un libro o un film ad altri libri e film, a persone e pensieri, a ciò che c’era prima e che potrebbe esserci poi.

    Il motto di The Last Reporter è «We share, we tell» (noi condividiamo, noi raccontiamo): il nostro obiettivo è raccontare ciò che vediamo e che possiamo verificare, quindi diffondere il racconto di altri se non possiamo farlo noi. Puntiamo allo scambio e alla libera circolazione delle informazioni.

    Sarà un processo lungo e difficile, per questo siamo aperti a critiche, suggerimenti, proposte e segnalazioni. L’informazione, oggi, necessita di un dialogo costante tra chi scrive e chi legge, noi proveremo a farlo diventare un valore aggiunto.

    E ora la parola passi al lettore.

    Print Friendly

    Giornalista, collabora da diversi anni con testate online e cartacee. Si è occupato, in passato, di televisione e radio. Segue l'evoluzione del giornalismo, soprattutto attraverso gli strumenti dati dal web. Lavora come addetto stampa per enti culturali.

    Seguici su Facebook

    Resta aggiornato su Twitter