20 November 2017
    App Sky Arte HD per i Musei

    Nasce una app per i musei targata SKy Arte HD

    Nasce una app per i musei targata SKy Arte HD è stato modificato: 2015-07-03 di Davide Gambaretto

    Sky Arte HD ha sviluppato una app per avvicinare le nuove generazioni al mondo dell’arte. Uno strumento innovativo per far conoscere il patrimonio artistico divertendosi.

    Per riuscire ad avvicinare i bambini al mondo dell’arte e dei musei il canale satellitare Sky Arte HD ha pensato di utilizzare uno dei mezzi multimediali più diffusi al giorno d’oggi, soprattutto nella fascia d’età giovane: le applicazioni per smartphone e tablet. Da questa idea è nata l’app “Sky Arte HD per i Musei”.

    Questo progetto – sostenuto dal Comune di Milano e realizzato in collaborazione con Monti & Taft – nasce con l’intenzione di «proporre ai ragazzi uno strumento innovativo che stimoli, in maniera coinvolgente, lo sviluppo di nuovi interessi, favorisca la creatività e offra occasioni per conoscere il patrimonio artistico italiano». Grafica accattivante, giochi interattivi e tante curiosità sono qui sfruttate al meglio per coinvolgere i bambini – di età compresa tra i 7 e i 12 anni – nella scoperta di quattro importanti musei di area meneghina: la Galleria d’Arte Moderna (GAM), la Gallerie d’Italia, il Museo del Novecento e il Museo Poldi Pezzoli. Questi quattro musei hanno messo le proprie collezioni a disposizione dei piccoli utenti e, attraverso un linguaggio contemporaneo e fresco, proprio dello stile del canale artistico di Sky, ogni museo narra la propria storia grazie a una breve descrizione e a una ricca galleria di immagini.

    Imparare divertendosi.
    «Questa app è un ulteriore strumento per invitare i giovanissimi a visitare e conoscere i nostri musei – ha detto l’assessore alla Cultura del Comune di Milano, Filippo Del Corno –. In questo progetto è la rete dei musei di Milano a essere protagonista, unendo istituzioni pubbliche e private nel promuovere una nuova concezione di museo, inteso come luogo da abitare e in cui apprendere anche con gli strumenti del gioco. Anche una app, in quest’ottica, diventa un’occasione concreta perché la cultura diventi un elemento imprescindibile del percorso educativo dei bambini». In questa direzione “Sky Arte HD per i Musei” propone una serie di opere d’arte, scelte assieme a ciascun museo, con l’obiettivo di renderle fruibili in modo divertente, avvicinandosi ai più giovani attraverso percorsi inconsueti. Inoltre l’app fornisce notizie in tempo reale che daranno aggiornamenti sulle mostre e le attività didattiche proposte.

    Grazie ai QR code, poi, gli utenti saranno invogliati a recarsi fisicamente nei musei, per confrontarsi nuovamente con le opere con le quali hanno giocato e per accedere a ulteriori contenuti informativi. Tutti questi contenuti di edutainment [intrattenimento educativo, ndr] sono stati validati dallo European Museum Forum, un’agenzia internazionale che, riconoscendo l’importanza primaria del pubblico all’interno dei musei, garantisce il valore educativo dei progetti a essi dedicati.

    Il numero di enti culturali, di fondazioni e di musei desiderosi di collaborare e di entrare a far parte della rete multimediale di “Sky Arte HD per i Musei” è destinato a crescere in poco tempo. Questa app potrà certamente contribuire a rendere più fruibile il nostro patrimonio storico-artistico, riuscendo a comunicare con le nuove genrazioni attraverso un linguaggio più fresco e aggiornato. Intanto l’applicazione è scaricabile gratuitamente dagli store Google Play e Apple, sia in versione italiana, sia in quella inglese.

    Print Friendly
    Davide Gambaretto

    Storico dell’arte, curatore indipendente e scrittore. I suoi precedenti impieghi in ambito artistico includono Artissima Fair, Fondazione Sandretto Re Rebaudengo, Attitudine Forma. Musicologo a tempo perso, è appassionato di letteratura, cinema, graphic novel e pallacanestro. Gestisce il blog musicale "La Lira di Orfeo" e realizza laboratori didattici di arte e scrittura per scuole elementari e medie.

    Seguici su Facebook

    Resta aggiornato su Twitter