24 July 2017
    logo_sottodiciotto

    Sottodiciotto Film Festival, i vincitori del concorso

    Sottodiciotto Film Festival, i vincitori del concorso è stato modificato: 2014-12-16 di Alessia Telesca

    logo_sottodiciotto

    I vincitori della 15a edizione di Sottodiciotto Film Festival, che si è chiuso a Torino venerdì 12 dicembre.

    Si è conclusa venerdì 12 dicembre la quindicesima edizione di Sottodiciotto Film Festival, la manifestazione cinematografica dedicata ai talenti giovanili; con esso si è chiuso, con grande successo, il Concorso nazionale di Sottodiciotto Film Festival, competizione dedicata ai prodotti audiovisivi realizzati dagli istituti e dalle scuole di ogni grado. La premiazione si è svolta tra le mura del Cinema Massimo di Torino con la presenza di Mariagrazia Pellerino, assessore alle Politiche educative della Città di Torino, e di Stefano Gallo, assessore ai Servizi Civici, Sport e Tempo libero, che hanno consegnato i riconoscimenti ai titoli, selezionati tra 189 in gara suddivisi su tre sezioni competitive (Scuole secondarie di II grado, Scuole secondarie di I grado, Scuole dell’Infanzia e Primarie).

    Scuole secondarie di II grado.
    Per le scuole secondarie di II grado, il primo Premio e la Targa Città di Torino sono andati alla pellicola Parte di te, opera scritta e prodotta dagli studenti dell’ISIS “R. Livatino” di Napoli, che ha convinto la giuria grazie all’analisi profonda ed emotivamente coinvolgente di temi importanti, soprattutto per il mondo giovanile, come «la sofferenza, la perdita e la donazione».

    Il secondo Premio è andato al film A occhi chiusi, opera degli studenti dell’IISS “Gorjux-Tridente” di Bari, che ha saputo raccontare, in modo originale e incredibilmente autentico, la crescita giovanile, vissuta all’interno di una realtà sociale complessa ed articolata.
    Il pubblico in sala, invece, ha espresso la sua preferenza a favore di Tutta un’altra storia, pellicola realizzata dagli allievi dell’IISS “G. Ferraris” di San Giovanni La Punta (Catania).

    Scuole secondarie di I grado.
    In gamba ragazzi! è il film vincitore del primo Premio e della Targa Città di Torino per la sezione dedicata alle Scuole secondarie di primo grado; l’opera, realizzata dagli alunni della Scuola Secondaria di I grado dell’I.C. “Villaggio Mosè-Peruzzo” di Agrigento, si è aggiudicata il titolo massimo grazie all’efficace racconto di «una delle tematiche più attuali della nostra scuola: il senso di inadeguatezza, sperimentato da molti ragazzi all’interno della realtà scolastica, che talvolta è talmente forte da indurre all’abbandono», affrontato con delicata maturità e ottima resa tecnica.

    Quasi felici, degli studenti della Scuola Secondaria di I grado “C. Nigra” di Torino, ha vinto il secondo premio, colpendo la giuria per la rappresentazione autentica e ottimamente riuscita del duplice significato di felicità/infelicità nel mondo adolescenziale.
    Scegli di vivere, opera degli alunni della Scuola Secondaria di I grado dell’I.C. Brivio di Brivio (Lecco) è invece la pellicola selezionata e maggiormente apprezzata dal pubblico.

    Scuole dell’infanzia e primarie.
    La sezione dedicata alle Scuole dell’infanzia e primarie è stata vinta, con l’assegnazione del primo Premio e della Targa Città di Torino, da La banda dei magnifici 12, opera dei bambini della Scuola Primaria dell’I.C. “Montessori” di Ronco Briantino (Monza e Brianza), che hanno positivamente colpito la giuria soprattutto per la coesa partecipazione attiva, nello svolgimento del complesso lavoro, dell’intera classe di giovani, giovanissimi, cineasti.

    Noi al riciclo diciamo sì. Passaparola!, realizzato dai piccoli della Scuola Primaria del II° Circolo Didattico di Mondovì (Cuneo), si è aggiudicato il secondo premio grazie all’importante tematica affrontata, volta ad educare i bambini alla pratica del riciclo.
    Il pubblico votante ha, invece, particolarmente apprezzato Diritti e rovesci, la pellicola realizzata dai bambini della Scuola Primaria “A. Diaz” di Oggiono (Lecco).

    Leggi l’elenco completo dei premi »

    Print Friendly
    Alessia Telesca

    Educatrice di mestiere e anche un po’ d’animo, è idealisticamente convinta che la cultura sia la chiave per migliorare il mondo. Appassionata di cinema, libri e scrittura, si è avvicinata a quest’ultima nel 2010. Scrive per diverse testate e per The Last Reporter si occupa di cronaca e società.

    Seguici su Facebook

    Resta aggiornato su Twitter