23 November 2017
    stampella_cenerentola

    Tante mani di colore

    Tante mani di colore è stato modificato: 2015-02-16 di Noria Nalli

    «Mi appoggio ai muri. Le pareti di casa mia sono ormai tutte macchiate». Pietro stava spiegando al telefono, all’amico Umberto, come era abituato a camminare in casa per non fare uso né di carrozzina né di stampelle. L’uomo si era sempre più chiuso in se stesso, non voleva vedere gente e nemmeno utilizzare ausili per muoversi meglio. «Almeno permettimi di coprire le manate con un po’ di colore» gli disse Umberto. Un po’ riluttante Pietro acconsentì. «Fai pure, ma tanto si sporcheranno subito» disse all’amico.

    Dopo qualche giorno, Umberto iniziò il suo lavoro di imbianchino. Invece di coprire le impronte, le evidenziò e le colorò, in modo che risultassero in rilievo sullo sfondo. I palmi delle mani sembravano quasi degli uccelli in volo. Preso dall’ispirazione, il pittore improvvisato decorò anche le stampelle e i braccioli della carrozzina. Pietro, sconcertato, col tempo si abituò alla situazione. I suoi movimenti erano faticosi e un po’ tristi, ma almeno avevano conquistato il piacevole e luminoso accompagnamento dei colori dell’arcobaleno.

    Noria Nalli

    Print Friendly
    Noria Nalli

    Nata nel 1965 nell'antico borgo fortificato di Montagnana, laureata in filosofia, ha due figlie. Collabora con La Stampa e il mensile Vita non profit, per il cui portale cura il blog http://blog.vita.it/sclerotica. Ha una trasmissione su Radioflash. Per la Omega edizioni di Torino, quest'anno ha pubblicato il libro La stampella di Cenerentola.

    Seguici su Facebook

    Resta aggiornato su Twitter